Xiaomi, boom di vendite nel 2014

L’azienda cinese Xiaomi sta sicuramente crescendo in maniera esponenziale. Ci sono sempre più produttori cinesi nel mercato degli smartphone, ma sicuramente Xiaomi si sta ritagliando uno spazio importante. Nelle ultime ore è arrivato il comunicato ufficiale dell’azienda cinese, che annuncia il volume di vendite per questi tre mesi del 2014. Xiaomi ha venduto 11 milioni di smartphone in un solo trimestre, una cifra molto importante per un’azienda comunque emergente e non molto conosciuta. Dopo un esordio in Asia, con l’inserimento dei propri terminali sui mercati di Cina, da Hong Kong, Taiwan e Singapore, Xiaomi vuole allargare i propri orizzonti. Per questo motivo, il vicepresidente è al lavoro per cercare accordi in nuove aree: si parla di America Latina ed India, ma ci sono anche tanti altri Paesi in lizza. L’obiettivo di Xiaomi per questo 2014 è stato già annunciato: raggiungere 60 milioni di unità vendute. Un numero enorme, ma se il ritmo delle vendite sarà questo, l’azienda cinese potrebbe ben presto raggiungere questa soglia. La scelta dell’azienda cinese di puntare sul sistema operativo Android, è uno dei punti di forza di Xiaomi: gli smartphone infatti offrono un ottimo comparto tecnico, abbinato all’immancabile Android. Il tutto viene poi venduto ad un prezzo molto contenuto: per fare un esempio, il phablet Xiaomi Redmi Note, un phablet da 5.5″ pollici otto-core, viene venduto in due versioni, a 129 dollari e a 160 dollari.

 

Share