HP Chromebook 11, vendite sospese per difetto dell’alimentatore

Non è un bel periodo per HP. Il colosso infatti ha avuto un problema sicuramente non da poco che riguarda uno degli ultimi prodotti lanciati sul mercato del Nord America: l‘HP Chromebook 11. Infatti dopo il lancio nel mese scorso, i risultati in termini di vendite non erano stati esaltati. Ma ciò che ha preoccupato di più le alte sfere HP riguarda la tenuta dei dispositivi: esiste un problema all’alimentatore abbastanza preoccupante, un surriscaldamento tale da danneggiare lo stesso alimentatore. Dunque il carica batteria riscalda troppo, si danneggia: per poter utilizzare il mini laptop proodotto da Google e HP a questo punto, serve un altro caricabatteria. Non è difficile: infatti basta sostituire il cavo micro-USB in dotazione con altri caricatori micro-USB, come ad esempio quelli forniti con un tablet o con uno smartphone. Ad annunciare la notizia del difetto dell’alimentatore è stata proprio l’azienda di Mountain View: Google ha spiegato la situazione sul proprio blog, spiegando però che si trattava di pochi ed isolati casi. Google è già al lavoro con la Commissione per la Sicurezza dei Prodotti per i Consumatori, in modo da poter apportare le necessarie modifiche per un corretto funzionamento del dispositivo. Per questo motivo, Google e HP sono state costrette a sospendere le vendite dell’HP Chromebook 11.

Share