Amazon ed il futuro: le consegne in 30 minuti…con un drone

Il fondatore di Amazon, Jeff Bezos, è davvero molto ambizioso. Bezos, in una recente intervista, ha parlato della possibilità di effettuare consegne con un drone. Si tratta di piccoli aeromobili a pilotaggio remoto: dei piccoli aerei telecomandati, grazie a sofisticati computer di bordo, che possono contare su otto motori. Al momento, questa tecnologia non è accettata dal governo degli Stati Uniti: i drone sono infatti utilizzati solo per urgenze ed emergenze, non per scopi commerciali. Amazon Prime Air, questo il nome del servizio, potrebbe essere sperimentato negli Stati Uniti nei prossimi quattro-cinque anni, dipenderà molto dalle leggi statunitensi. “Lo so che può sembrare fantascienza, ma non è così. Possiamo consegnare in mezz’ora e possiamo trasportare oggetti fino a 2-3 chili, cioè l’86% di quelli che consegniamo” spiega Bezos. In un video, si vede tutto il procedimento: un mini-elicottero aggancia il pacco e si alza in volo, per consegnare davanti alla porta di casa dell’utente il pacco atteso. Il tutto è molto rapido, perchè i droni possono coprire un raggio di 16 chilometri in mezzora. Oltre alla velocità nella consegna, ci sarebbe anche un risparmio “ambientale”, dato che ci sarebbero molte meno emissioni inquinanti rispetto ai camion su strada. Chissà se Bezos riuscirà a portare a termine questa incredibile modalità di spedizione…

 

Share